Favole

Nonna_Papera_e_PaperinoVenite qui, nella nostra stanza. Potete sedervi sul divano amaranto o, se preferite, anche sul parquet. Il legno trasmette calore, vita; il legno respira, proprio come noi, insieme a noi. Ecco qui dei grossi cuscini, dove potete appoggiarvi. Alla luce dell’abajour l’atmosfera è più familiare, intima.

Stasera… stasera vi racconterò una favola.

Favole classiche, che si tramandano di generazione in generazione. Favole inventate che nascono da ricordi, sogni, desideri, emozioni. Il termine italiano favola deriva dal termine latino fabula, derivante a sua volta dal verbo far, faris = dire, raccontare. Il termine latino fabula indicava in origine una narrazione di fatti inventati.

Le favole che qui racconterò sono parzialmente inventate ma prendono spunto da eventi storici, tradizioni o fatti realmente accaduti nella mia vita.

Quando i miei figli – i vostri genitori – erano piccoli, alla sera andavo in camera loro per addormentarli. A volte leggevo loro qualche favola storica tratta dai svariati libri che le raccolgono, ma più spesso narravo loro favole che inventavo.

Un grande regista italiano – Dino Risi – disse: Cosa fanno i bambini tutto il giorno? Fabbricano ricordi. Nella nostra memoria hanno un posto speciale quelle sere in cui mamma o papà ci raccontano le favole. Ci portiamo dietro tutta la vita quelle parole, ma soprattutto ci portiamo nel cuore quegli attimi.

Da nonna non posso essere ogni sera vicino al vostro letto e allora le favole le racconteremo in questa nostra stanza e forse un giorno, fra tanti anni, ve ne resterà un ricordo.

 

per leggere tutte le FAVOLE

Ed ora leggiamo alcune favole classiche.

1° Concorso Letterario Indipendente: LA FAVOLA